Opzioni di sottoscrizione

Carmen Bellaire, Autore di Giochi, Tenta il Suicidio Dopo Una Serie di Critiche

Postato il feb 22, 2017 da

robotechCarmen Bellaire, un autore di giochi canadese, ha tentato il suicidio dopo una serie di critiche fortemente negative rivoltegli sulla pagina del contestatissimo progetto Kickstarter relativo a Robotech RPG Tactics della Palladium. Bellaire era coinvolto non nel progetto Robotech RPG Tactics ma nella realizzazione del primo gioco della sua nuova casa editrice Rogue Heroes LLC, Rifts the Boardgame, che avrebbe dovuto essere finanziato proprio con un progetto Kickstarter specifico e senza il coinvolgimento della Palladium se non come licenziatario. Sfortunatamente il malanimo e l’ostilità che si sono accumulati nei confronti della Palladium Books e di Kevin Siembeda per la lentezza con cui il produttore procede con la Wave 2 di Robotech RPG Tactics e per la scarsissima frequenza con cui i sottoscrittori vengono aggiornati suol procedere del lavoro e l’assoluta mancanza di risposte ai messaggi (anche sulla pagina ufficiale della Palladium di Facebook) in merito alla Wave 2. In questo contesto assai difficile Carmen Bellaire avrebbe cercato di stimolare l’interesse per Rifts the Boardgame ottenendo una reazione ostile da molti commentatori. La discussione si è quindi accesa, come spesso accade in Rete, al punto che l’autore ed editore, parrebbe convinto che a questo punto il suo progetto non avrebbe mai avuto successo, ha tentato di togliersi la vita (rivelando una certa fragilità psicologica secondo alcuni). Questa triste notizia oltre ad alimentare ulteriormente l’ostilità tra Siembeda e la parte più agguerrita dei sottoscrittori di Robotech RPG Tactics (accusati senza giri di parole di aver causato il tentato suicidio) ha anche alimentato un dibattito (pure in Italia) sull’importanza delle critiche ‘educate’ agli autori e al loro lavoro.

Sans Detour Annuncia Il Ritorno Di Confrontation

resurrectionConfrontation è stato un gioco di miniature francese creato nel 1998 dalla società Rackham (la cui attività è cessata nel 2010) a livello scaramuccia che per un certo periodo ha rappresentato un serio concorrente per la Games Workshop ed è arrivato in Italia grazie allo (scomparso) editore Salvamondi. Oltre a questo gioco di miniature Rackham propose anche Ragnarok (scontri tra eserciti), Hybrid (gioco da tavolo), Cadwallon (gioco di ruolo) e Arcana (gioco di carte). L’editore francese Sans Detour ha annunciato di aver acquisito i diritti per Confrontation, anche se nessuna data è stata data per la ‘nuova generazione’ a parte l’anno in corso. Il gioco comunque ha mantenuto una base di appassionati anche in Italia e nel 2013 CoolMinisOrNot (creatore del celeberrimo Zombicide) ha pubblicato il gioco da tavolo Guilds of Cadwallon.

Le Vendite Della Hasbro Crescono Nel 2016 Del 13%

HasbroIl sito Icv2.com riferisce i risultati della Hasbro (il colosso del gioco e del giocattolo che controlla anche Wizards of the Coast) per l’anno 2016, un anno che si è rivelato decisamente positivo per la multinazionale statunitense con un aumento delle vendite del 13%. L’amministratore delegato della Hasbro ha anche ‘rivelato’ (non era difficile immaginarlo) che l’80% delle vendite della WotC è tramite i canali specializzati – questo lascia però un notevole 20% attraverso i canali di massa come Amazon e la grande distribuzione. Dopo la serie di acquisizioni dell’ultimo anno comunque il Gruppo Asmodee è emerso come un temibile rivale della Hasbro e ha anche manifestato l’intenzione di occuparsi con maggiore attenzione del mercato specializzato.

Asmodee Italia Annuncia L’Uscita Dei Giochi Di Ruolo Di Guerre Stellari In Italia

starIl sito di informazione ludica Gioconomicon ha annunciato che Asmodee Italia produrrà nel corso del 2017 l’edizione italiana della scatola introduttiva di Star Wars Il Risveglio della Forza, la più recente creazione della Fantasy Flight (a sua volta parte del Gruppo Asmodee) nella collana di giochi di ruolo di Guerre Stellari. Secondo quanto scrive il sito, peraltro, Asmodee Italia avrebbe intenzione di pubblicare anche i tre manuali base delle tre sottocollane di questo gioco di ruolo (Age of Rebellion, Edge of the Empire e Force And Destiny), un impegno quanto mai significativo se le sottocollane saranno anche seguite da supplementi ed espansioni.  Questa notizia rappresenta un po’ un ritorno alle origini (molto parziale) per Asmodee Italia che, ai tempi in cui era ancora Asterion Press, era nata per la pubblicazione di giochi di ruolo: firmate da Asterion la collana Extreme Fantgasy per Dungeons & Dragons 3.5, la serie Quintessenza per Dungeons & Dragons 4.0 e poi la seconda, popolarissima edizione di Sine Requie (la prima era stata edita da Rose & Poison).

Cubicle 7 Acquisisce I Diritti Per Warhammer Fantasy Roleplay

warIl sito Grim & Perilous riporta la notizia che l’ufficio licenze della Games Workshop ha concluso un accordo con l’editore britannico Cubicle 7 in merito ai diritti del gioco di ruolo Warhammer Fantasy Roleplay (WFRP). WFRP è uno dei giochi di ruolo fantasy più popolari di sempre ed è stato anche tradotto in italiano nella prima e nella seconda edizione, ma non nella terza. Al momento non ci sono altre notizie ma sembra molto probabile che Cubicle 7 lancerà un progetto su Kickstarter, canale adoperato (ad esempio) per finanziare il gioco di ruolo di Lupo Solitario.

Disponibile Anonima Gidierre Numero 95

anonimaE’ disponibile per lo scaricamento il nuovo numero della più longeva pubblicazione italiana dedicata al gioco, nello specifico il gioco di ruolo, Anonima Gidierre, che annuncia il novantacinquesimo numero (un primato non solo italiano, ma planetario). Ecco l’annuncio ufficiale: “Se fossimo spagnoli saremmo la quarta cosa puntuale nel paese (le altre tre si dice che siano gli orari di accesso al Nasdir Palace – Alhambra, Granada -, i treni e le corride), ma siamo italiani e la nostra puntualità nell’uscita di questa pubblicazione passa solitamente inosservata, nonostante non abbiamo sgarrato una uscita da 22 anni a questa parte. E dopo questa imbrodata per aprire il 2017 lasciamo da parte le autocelebrazioni per passare al cuore della nostra produzione trimestrale. Il n°95 che state per scaricare è ancora una volta il risultato di una potente sinergia tra la nostra redazione canonica e una serie di amici e collaboratori con i quali siamo sempre più orgogliosi di divivere i nostri spazi, dal primo racconto classificato alla XXII edizione del Trofeo RiLL a due nuovi scenari per L’Era di Zargo e Snaeland a interessanti reportage sulla fiera di Essen e sul premio del GdR dell’anno. Un parterre ricchissimo di materiale ludico e di approfondimento che speriamo faccia parte delle vostre letture in queste fredde giornate invernali. Vi lasciamo quindi al download e alla lettura augurandovi ancora un fantastico 2017!

  • – Tutto inizia da O (I classificato XXII trofeo RiLL);
  • – La Torre di Oreganali (avventura per L’Era di Zargo/Labyrinth Lords);
  • – Il sepolcro maledetto (scenario per T20/Snaeland);
  • – Le Cronache di Populon (recensione del nuovo GdR);
  • – Le Cronache di Populon (intervista agli autori);
  • – Dal Best of Show al GdR dell’anno (reportage);
  • – Essen 2016: la morte dei promo (reportage);
  • – Regolamento XXIII Trofeo RiLL”.

Il nuovo numero può essere scaricato qui.

Intervista A Nicola Degobbis Di Need Games: 7th Sea E Non Solo

7th sea

Nei giorni scorsi la neonata casa editrice Need Games ha annunciato l’acquisizione dei diritti per la versione italiana di 7th Sea, un popolare gioco di ruolo ‘cappa e spada’ edito inizialmente da AEG nel 1999 e successivamente da un editore fondato da uno dei suoi creatori, John Wick, chiamato John Wick Presents.  7th Sea ha avuto un grande successo con decine di supplementi, un gioco di carte collezionabili, e due adattamenti a fumetti.

Dopo il passaggio dei diritti da AEG a JWP è stata lanciata una campagna di finanziamento collettivo su Kickstarter per una seconda edizione del gioco che ha raccolto oltre un milione di dollari, a testimonianza del perdurante interesse per questo gioco.

La versione italiana sarà quindi curata da Need Games (fondata da Nicola Degobbis) mentre la distribuzione sarà a cura di Asmodee Italia, una notizia molto importante e che dovrebbe dare al gioco una visibilità certamente ampia.  Abbiamo quindi approfittato dell’occasione per fare qualche domanda a Nicola Degobbis…

Innanzitutto come d’abitudine dai ai nostri lettori qualche informazione su di te: età, studi, professione, interessi (a parte ovviamente i giochi di ruolo…)

Innanzitutto grazie per questa intervista. Ho 34 anni ed il mio percorso accademico è alquanto particolare. Ho conseguito prima una laurea in lettere e filosofia (indirizzo pubblicità), poi una seconda laurea in video design ed infine ho fatto un master in Digital Marketing & Communication. Ho sempre lavorato come produttore e project manager nel campo della televisione e del cinema. Oltre che per i giochi di ruolo e i giochi da tavolo ho una passione sfrenata per il cinema, per la narrativa, per i viaggi e per lo sport. Non appena posso riempio lo zaino e parto!

Per quale motivo hai deciso di entrare nel campo dell’editoria? Per il fascino di essere tu a portare in Italia 7th Sea o perché vedi i giochi di ruolo come un settore promettente in cui fare impresa?

Ho collaborato per tre anni in Wyrd Edizione come marketing & communication manager. Inoltre curavo i social dell’azienda e le community. Mettermi in proprio è stata un evoluzione naturale. Ho visto come il mercato stava crescendo ed il potenziale enorme del gioco di ruolo, comunicato in maniera diversa. Ho voluto unire la mia passione per il gioco di ruolo alle mie abilità professionali. Da qui è nata Need Games!

C’erano altri editori interessati ai diritti di 7th Sea?

Si ce ne erano, ma non faccio i nomi.

L’accordo di distribuzione con un colosso come Asmodee è certamente molto importante. Che tipo di sostegno offrirò questa azienda a 7th Sea?

La collaborazione con Asmodee è un qualcosa di incredibile. Massimo e Luca mi hanno dato subito massima disponibilità e carta bianca. Sapere che 7th Sea verrà distribuito da Asterion / Asmodee Italia vuol dire che sarà presente su tutto il territorio italiano, che i giocatori ne parleranno e avranno modo di provarlo in molte situazioni e soprattutto, 7th Sea sarà il primo gioco di ruolo internazionale distribuito da Asterion / Asmodee Italia, e l’apertura verso questo mercato da parte del colosso del gioco intelligente in Italia fa ben sperare.

Need Games! ha in programma in futuro di pubblicare altri giochi, non necessariamente di ruolo?

Certo che sì!  A febbraio saremo a Norimberga dove abbiamo già parecchi appuntamenti con editori internazionali per portare in Italia nuovi giochi di ruolo, da tavolo e di carte collezionabili!

Non ci fermiamo mai, visto che vogliamo placare la “scimmia” dei giocatori italiani.

Grazie per il tuo tempo!

Grazie a voi.

 

Asmodée Acquista Altre Tre Aziende In Spagna, Francia E Germania

asmodeeAll’inizio dell’anno il Gruppo Asmodee (che recentemente ha ufficializzato il cambiamento di nome e ragione sociale da Asterion Press ad Asmodee Italia) ha annunciato l’acquisizione di altre tre aziende operanti nel settore del gioco: Millennium, editore e distributore spagnolo; Edge, editore franco-spagnolo; Heidelberger Spielverlag, editore tedesco specializzato nel gioco da tavolo. Nel comunicato stampa citato da Boardgamegeek si parla di queste acquisizioni anche causate dall’ottimo rapporto che Millennium Edge e Heidelberger hanno con i negozi specializzati. E’ anche da notare che Asmodee aveva già una presenza in Spagna e in Germania (a parte, ovviamente, la Francia) e questo potrebbe dare credito a chi parla di possibili nuove acquisizioni anche in Italia. Eurazeo, il fondo di investimento che controlla il Gruppo Asmodee, ha anche pubblicato sul suo sito che GA ha avuto vendite di ben 270 milioni di euro nel 2015 (+55% rispetto al 2014) che il margine operativo lordo o EBITDA (Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation and Amortization) è stato di 41 milioni di euro, 91% in più.

Sandy Petersen Fa Causa A PayPal

paypal logoPayPal, il servizio di pagamento elettronico più popolare del mondo, specialmente per le transazioni internazionali, è stato oggetto di una causa legale da parte di Sandy Petersen e della sua società Petersen Ltd. La causa, scrive il sito ENWorld, è legata alla decisione di Paypal di bloccare i fondi legati a una campagna kickstarter per un videogioco. Sebbene il progetto stia stato completato e parte dei giochi spedita, PayPal rifiuterebbe di sbloccare i fondi anche in parte. Il sito Geek Native scrive però correttamente che Kickstarter non usa PayPal per la gestione dei pagamenti e che quindi la questione deve essere legata ad altri elementi del progetto e della campagna (forse contenuti aggiuntivi o metodi di spedizione). Paypal, sembra, non ha ancora risposto alle accuse.

Alessio Lana Nuovo Giurato Del Gioco Dell’Anno

LanaLa giuria del premio Gioco dell’Anno ha annunciato che il giornalista Alessio Lana è stato nominato nuovo membro della giuria del premio di Lucca Comics & Games. Definito “appassionato di (…) giochi da tavolo” e autodefinitosi ”giocatore incallito” collabora con Il Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore e Wired dove tiene una rubrica dedicata proprio al gioco da tavolo (ultima uscita “I Migliori Giochi Da Tavolo del 2016″.