Di Ciro Alessandro Sacco

Fria Ligan/Free League, editore svedese che ha assunto ormai un peso di primo piano nel mercato mondiale grazie a una licenza pesante (come master licensor) come Alien RPG (tratto dalla celeberrima proprietà intellettuale, con sette sublicenze e un grande successo commerciale) e a molti giochi propri di successo (ad esempio il fantascientifico Tales from the Loop e il fantasy Forbidden Lands) ha fatto un nuovo annuncio. L’azienda ha infatti comunicato di aver concluso un accordo con Marc Miller, creatore della prima edizione del 1984 (edita dalla scomparsa GDW), per la creazione di una quarta edizione del gioco che sarà ambientata in una linea temporale alternativa dove l’URSS non è mai caduta e si scatena la terza guerra mondiale (la stessa premessa della seconda edizione del gioco, uscita nel 1990). Per garantire la fedeltà e il realismo è stato coinvolto nella fase di creazione un editore polacco dal momento che la Polonia ha un ruolo centrale nel gioco.

Il gioco

In Twilight 2000 i giocatori interpretano soldati statunitensi della V divisione di fanteria ormai allo sbando (l’ultimo messaggio del comando è “Good Luck. You’re on your own.”) che dalla Polonia centrale devono cercare di raggiungere il porto di Amburgo e prendere “l’ultima nave per gli Stati Uniti”. La guerra nucleare è stata uno scambio ‘limitato’ (una premessa scientificamente assurda ma la sola che potesse rendere giocabile questo tema) di attacchi atomici, seguito da una sola guerra convenzionale che diviene man mano una lotta tra bande dal momento che le varie nazioni europee (URSS compresa) si sono virtualmente disintegrate e i loro eserciti perdono via via coesione, catena di comando, rifornimenti e volontà di combattere. Solo la Francia non si è fatta coinvolgere, ha chiuso i confini e resta relativamente intatta rispetto alla devastazione. Naturalmente anche gli Stati Uniti hanno subito la loro parte di distruzioni, con la nascita di due governi (uno militare e uno civile) e la creazione di un movimento neonazista chiamato Nuova America che comincia a occupare parti sempre più ampie del paese mentre i due governi ‘ufficiali’ si scontrano fra loro. Il sistema di regole di Twilight 2000 prima edizione è molto complesso e dettagliato, oggetto di forti critiche nelle recensioni del tempo, e la premessa di una guerra nucleare limitata che provoca in sostanza solo un inverno freddissimo oggetto di polemiche (la Chaosium lo definì ‘propaganda di destra’ a favore del concetto di “guerra nucleare vincibile” formulato da Ronald Reagan). Nondimeno, il gioco ebbe un grande successo commerciale con decine di avventure, ambientate soprattutto in Europa e negli Stati Uniti e mantiene un certo seguito di appassionati e collezionisti. La seconda edizione vede un radicale rifacimento del regolamento, adesso lo stesso sistema usato per gli altri giochi GDW del tempo, e un tentativo di ampliamento con la produzione di Merc 2000 (ambientato in un mondo senza terza guerra mondiale con i personaggi impegnati in guerre a ‘bassa intensità’, pubblicato nel 1990) e di Cadillacs & Dinosaurs, tratto dalla serie di fumetti omonima dove una catastrofe globale ha creato l’Età Xenoxoica in cui pochi umani devono convivere con pericoli di ogni tipo (compresi, naturalmente, i dinosauri!).

Dal XX secolo al XXIII: Traveller 2300

Twilight 2000 rappresenta anche il punto di partenza della ‘storia’ di Traveller 2300 (poi 2300 AD), un gioco di ruolo di fantascienza ambientato nel XXIII secolo in cui l’umanità si è ripresa dagli orrori della Twilight War e ha raggiunto le stelle. Rispetto alla quasi totalità dei giochi di ruolo di fantascienza del periodo però ci sono due importanti differenze: non sono gli Stati Uniti ma la Francia, uscita bene dalla III guerra mondiale che le consente di creare un nuovo impero mondiale che la rende la unica superpotenza, a guidare la conquista dello spazio; inoltre, la Terra non è unificata ma le nazioni (alcune nuove) continuano le loro rivalità e i loro intrighi. La colonizzazione procede su tre assi (cinese, americano, francese dal nome della potenza egemone) e non conosce vere sfide (le poche razze aliene incontrate vengono sconfitte e sottomesse rapidamente) fino allo scontro con la specie dei Kafer, una razza di guerrieri per cui il conflitto è, letteralmente, una ragione di vita.