L’azienda

CMON è un’azienda produttrice di giochi caratterizzati da lussuose confezioni ricche di miniature che ha avviato la sua attività nel 2011 con Super Dungeon Explore e nel 2012 con Zombicide, il titolo che è il prodotto di punta e che ha generato una vera e propria ‘famiglia’ di prodotti – ultimo ad uscire è stato Zombicide Green Horde. Un’altra caratteristica che definisce la società è il costante uso di campagne di finanziamento collettivo, sulla piattaforma Kickstarter, per la produzione dei giochi: nel 2018 ad esempio CMON ha raccolto oltre 3,3 milioni di dollari per Zombicide: Invader e circa 2,5 milioni di dollari per Cthulhu: Death May Die. In Italia i suoi giochi vengono distribuiti (ma non tutti hanno un’edizione italiana) da Asmodee Italia. CMON è quotata alla borsa di Hong Kong e ha recentemente assunto il celebre autore di giochi italiano Andrea Chiarvesio al suo staff come senior game designer.

L’annuncio

Il sito Icv2.com segnala che CMON ha diffuso una dichiarazione in cui annuncia di aspettarsi profitti in significativo aumento per il quarto trimestre del 2018, dopo un terzo trimestre in perdita, con un calo delle vendite del 30% nei primi nove mesi dello scorso anno rispetto all’analogo periodo del 2017 (che ha visto un profitto di 3 milioni di dollari per i complessivi dodici mesi). L’azienda attribuisce questo calo a un aumento delle spese, compresi i diritti per i giochi su licenza e gli sforzi per entrare in nuovi mercati asiatici.

Munchkin Dungeon

In questo momento è in corso la campagna di finanziamento collettivo per l’atteso Munchkin Dungeon, creato su licenza della Steve Jackson Games, che vede come autori proprio Andrea Chiarvesio e il celebre Eric M. Lang. La campagna sta andando bene avendo già raccolto oltre 260mila euro su un obiettivo di circa 175mila e ancora sedici giorni prima della conclusione. Le immagini dei prototipi delle miniature diffuse dalla fiera di Norimberga hanno destato un notevole interesse, vedremo quale sarà il risultato complessivo.