La Wizards of the Coast, nella persona del direttore del marketing Greg Yahn, ha annunciato con un intervento nei forum dedicati al gioco del 28 gennaio la decisione di non rinnovare la licenza per i prodotti su licenza legati a Guerre Stellari (gioco di ruolo e di miniature collezionabili). Il contratto in essere scadrà nel mese di maggio ma la ditta continuerà a vendere le proprie riserve di prodotti fino ad agosto. Nuovi prodotti sono comunque ancora previsti sia per il gioco di ruolo che di miniature collezionabili. La decisione di non rinnovare il (sicuramente oneroso) contratto è da attribuirsi alla “crisi economica” oltre che forse a una linea probabilmente in gran parte sfruttata, soprattutto per il gioco di miniature. Mentre quest’ultimo non era stato tradotto in italiano, il gioco di ruolo – dopo molte incertezze – era stato tradotto da 25 Edition e seguito da due supplementi (Astronavi della Galassia e Minacce della Galassia) prima di interrompersi causa vendite insoddisfacenti (la prima versione di Guerre Stellari, quella con l’ancora popolare sistema D6 pubblicata dalla West End Games, era stata tradotta dalla Stratelibri nel 1991 ma anche lì con un successo mediocre). Sembra improbabile che altri editori del settore si facciano avanti per riprendere la licenza di questo gioco, anche se sviluppi sorprendenti sono sempre possibili.