Come molti pensavano, dato il sostanziale insuccesso della quarta edizione di Dungeons & Dragons, la Wizards of the Coast ha ufficialmente confermato di essere al lavoro sulla quinta edizione del più giocato e imitato gioco di ruolo del mondo. EN World ha pubblicato oggi un reportage di una visita fatta da un suo corrispondente lo scorso anno in cui è stato messo al corrente ufficialmente ma con vincolo di riservatezza sulla decisione di procedere e gli è stata fatta anche fare quaqlche sessione di gioco di prova. Il tono del commentatore è molto entusiasta e molto sintonizzato sulle lunghezze d’onda della Wizards of the Coast, ma la parte più interessante (anche se non particolarmente nuova, già al momento della pubblicazione della seconda edizione di Advanced Dungeons & Dragons la TSR affermò di aver ricevuto migliaia e migliaia di lettere e di aver ascoltato le opinioni degli appassionati) è la decisione di tentare uno sviluppo ‘orizzontale’. Gli appassionati, quindi saranno in un certo senso ‘chiamati’ a partecipare al processo di sviluppo, una scelta resa molto più semplice grazie allo sviluppo di Internet e dei vari social network rispetto a quanto fatto nel 1988 e nel 1987… Naturalmente la Wizards of the Coast ha fatto sincronizzare l’uscita del reportage su EN World con il proprio annuncio ufficiale dove invita a iscriversi in qualità di playtester per la nuova edizione del gioco. Nel corso della manifestazione D&D Experience ci sarà poi la possibilità di giocare una serie di sessioni chiamate Caves of Chaos (Le Caverne del Caos, un nome ben noto a chi ricorda lo storico modulo La Rocca Sulle Terre di Confine per Dungeons & Dragons Classico) firmando però un impegno di riservatezza. Date di uscita non sono state annunciate, ma una pubblicazione per agosto 2013 almeno del Manuale del Giocatore pare assai probabile. Intanto, la potenza delle PR Wizards of the Coast (e Hasbro) ha anche ottenuto un articolo sul New York Times (dove si annuncia anche un libro ‘imminente’ sulla storia del gioco…).