Il sito Internet di Lucca Comics & Games ha pubblicato il vasto programma dell’area Games, area in cui però la parte non ludica sembra acquistare un peso sempre più grande (con un particolare occhio di riguardo per la parte dedicata alla narrativa) considerando che su poco più di cinquantaeventi previsti nella sala incontri “Giovanni Ingellis” la quantità legata al gioco (anche indirettamente come gli incontri con artisti legati al gioco e “Paladini del Videogioco: la battaglia contro disinformazione e censura”) non supera la ventina. Tra gli appuntamenti che sembrano di sicuro interesse segnaliamo il “Prototype Review Corner” in cui i professionisti della creazione valutano e commentano le proposte degli aspiranti autori (o autori amatoriali), i seminari con Sandy Petersen e Herbie Brennan (anche se quest’ultimo pare lontano da denenni dalla creazione di giochi)  e “Indie GdR Palace” dedicato ai cosiddetti giochi ‘indipendenti’ che hanno una sede tutta per loro. Ma da Lucca arriva anche l’elenco delle Nomination e dei Side Award per il Best of Show (con un Side Award Giochi per Bambini per i giochi della LEGO Games che ci ha convinti assai poco: forse avrebbe dovuto assegnarlo Lucca Junior…): nel campo del gioco di ruolo (e questa la dice lunga sullo stato del medium a livello commerciale e produttivo) i giochi indipendenti hanno fatto piazza pulita (il favoritissimo L’Ultimo Anello non è arrivato in tempo per il concorso ed era la sola scelta ‘tradizionale’ possibile accanto alla possibile, bizzarra presenza di Sine Requie Anno XII), nei giochi di carte notiamo il poderoso 7 Wonders di Asterion Press, nei giochi da tavolo per ‘esperti’ il sempre titanico Twilight Struggle (Asterion Press)  e nei giochi per famiglie l’interessante King of Tokio (UPlay), un gioco sui mostri giganti giapponesi.