Labyrinth Lord è uno dei numerosi cloni di Dungeons & Dragons Classico che sono stati pubblicati negli ultimi anni (l’ormai imminente numero 33 di DM Magazine conterrà un lungo articolo sull’argomento) ma con il vantaggio di essere il solo a essere stato tradotto in italiano. Anche Dungeonslayers è stato tradotto in italiano, ma si tratta di un retro gioco (di origine tedesca) e non di un retro clone (scaricabile gratuitamente e con un imponente numero di titoli, ancorché molto corti). Tito leati, anima infaticabile della versione italiana di Labyrinth Lord, ha annunciato la pubblicazione (su Lulu ovviamente) della versione avanzata del gioco che non è un secondo prodotto base ma un ampliamento e arricchimento delle opzioni del manuale iniziale (che a sua volta è stato rivisto e aggiornato). Dato il non entusiasmante esito commerciale della prima distribuzione del manuale base, sembra assai improbabile che il manuale avanzato venga reso reperibile nei negozi, quindi l’unica soluzione pare essere ordinarlo su Lulu dove è possibile reperire anche un supplemento, Il Villaggio di Larm, e l’avventura L’Idolo degli Orchetti (venduta in ‘bundle’ con il manuale base su eBay.it).