Opzioni di sottoscrizione

Il ‘Tolkien dimenticato’ ci ha lasciati

Postato il mar 18, 2012 da in In Evidenza, Notizie, Personaggi | 0 Comments

Tekumel, sebbene non sia molto conosciuto in Italia e in Europa, è stato uno dei mondi fantastici più originali, influenti e soprattutto non tolkieniani e non anglosassoni e tedeschi a vedere la luce nel XX secolo grazie alla cultura e alla originalità del professor M.A.R. Barker (il nome completo era Mohammed Al Rahman Barker dopo la sua conversione all’Islam ma il nome originale era Philip Barker). M.A.R. Barker era un esperto in lingue orientali come l’urdu e il pashtu e una passione bruciante per l’Asia in generale e l’India in particolare che entrò in contatto con Dungeons & Dragons prestissimo e pubblicò il suo primo adattamento ludico di questo universo nel 1974 con il nome Empire of the Petal Throne. Tekumel è un universo che non ha alcuna parentela con il fantasy ‘classico’ alla Tolkien e mescola sapientemente una quantità di elementi storici (soprattutto indiani e mesoamericani), fantstici e fantascientifici creando un affresco incredibilmente vivace e vitale. Purtroppo, i giochi tratti dal lavoro del professor Barker non hanno mai avuto un grande successo commerciale e sono passati da una quantità di editori (dalla TSR nel 1975 fino alla Giardians of Order nel 2005) ma hanno comunque raccolto una comunità di appassionati fedeli e determinatissimi che si sono uniti nella Tekumel Foundation per gestire al meglio (insieme al professore) i diritti di questo incredibile universo. Oltre ad avere creato un corpus di opere molto influente non solo nel mondo ludico ma anche nella narrativa, il professore aveva anche pubblicato una serie di romanzi (inediti in italiano) ambientati nell’universo di Tekumel, a partire da The Man of Gold pubblicato nel 1984 per finire con il recente A Death of Kings pubblicato nel 2003. Il professor M.A.R. Barker si è spento il 16 marzo in una residenza per anziani con il conforto di sua moglie Aberdeen.

Ancora nessun commento

Puoi essere il primo a commentare.

Lascia un commento

Ottieni un link Trackback